iPhone 14, “lenti a periscopio” per lo Zoom ottico

Apple intende migliorare ulteriormente la capacità dello zoom ottico dei propri smartphone, e per ottenere lo scopo sta pensando di utilizzare delle innovative lenti a periscopio, in arrivo forse già con iPhone 14 o al massimo l’anno successivo. Ecco di cosa si tratta.

Apple intende migliorare ulteriormente la capacità dello zoom ottico dei propri smartphone, e per ottenere lo scopo sta pensando di utilizzare delle innovative lenti a periscopio, in arrivo forse già con iPhone 14 o al massimo l’anno successivo. Ecco di cosa si tratta.

L’idea è di creare un sistema più lungo di lenti poste in orizzontale e infine riallineate al sensore grazie ad uno specchio interno. Un trucco che permetterebbe di fare un salto di qualità notevole, senza tuttavia dover aumentare lo spessore del dispositivo.

Stando alle fonti provenenti dall’industria, in particolar modo ETNews e Ming-Chi Kuo, in questi giorni Apple sta ragionando coi suoi partner asiatici su di una fotocamera “piegata” a periscopio da integrare nelle future generazioni di iPhone. Per questo si parla di “teleobiettivo periscopico.”

Inizialmente si sperava di sviluppare una tecnologia completamente proprietaria, ma a causa dei numerosi e agguerriti brevetti già esistenti, alla fine pare che Cupertino capitolerà e acquisterà piuttosto in licenza tecnologie altrui. Tra i fornitori papabili c’è Samsung Electronics, e dall’altra l’israeliana Corephotonics, che però è stata acquisita da Samsung nel 2019.

Dunque, sembra abbastanza chiaro, per gli addetti ai lavori, che se Apple vorrà davvero esplorare l’idea di una lente di questo tipo, dovrà rivolgersi alla storica avversaria che detiene due brevetti chiave. Ma c’è la possibilità che sia quest’ultima a rifiutarsi di offrire la tecnologia necessaria, così da mantenere un vantaggio tecnico. A quel punto, Apple sarebbe costretta a rivolgersi ad altri, come Semco e Sunny Optical; in una recente nota di dell’analista Ming-Chi Kuo, si nomina esplicitamente la taiwanese Largan Precision.

Sul mercato esistono già due prodotti che integrano uno zoom ottico molto evoluto, e basato su queste tecnologie; ad esempio il P30 Pro della Huawei che integra uno zoom ottico reale 5x.

Su iPhone, invece, il meglio che Apple è riuscita a fare con le tecnologie in suo possesso è lo zoom ottico 3x per il grandangolo dell’‌iPhone 13 Pro Max. Ma se in futuro le cose andranno come previsto, potrebbe spingersi fino al doppio di profondità.

Di sicuro, pare che iPhone 14 Pro e Pro Max supporteranno una doppia modalità di scatto da 48 e da 12 Megapixel, grazie ad una tecnologia presente anche sul Samsung Galaxy S21 Ultra e chiamata pixel binning. Grazie a quest’ultima, iPhone 14 Pro sarà capace di scattare foto a 48 Megapixel quando le condizioni di luce sono ottimali, e a 12 Megapixel per le notturne, così da preservare la qualità.

Difficile dire quando vedremo però i frutti di questo lavoro dietro le quinte. Secondo gli analisti, infatti, Ricerca & Sviluppo su lenti periscopiche daranno i loro frutti solo nel 2023; ed ecco perché, chiosa Kuo in una recente nota agli investitori, “per ridurre le dimensioni del modulo fotocamera” (e far spazio al modulo periscopico) Apple creerà un “design lente unibody nella seconda metà del 2022.” Quello, se ricordate, è pure l’anno in cui iPhone dirà addio al Notch per un design punch-hole.



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti